Tour in Italiano e in Inglese

Perchè il Ladakh

 

Un viaggio affascinate attraverso una regione racchiusa tra le catene montuose del Karakorum e dell’Hmalaya. Viaggeremo alla scoperta degli scenari naturali e dei paesaggi di incomparabile bellezza del “Piccolo Tibet”. Un itinerario studiato per consentirvi di realizzare un reportage fotografico dei protagonisti della spiritualità bud- dista tra piccoli villaggi e dimenticati monasteri, tradizioni, miti e popolazioni locali. Avremo inoltre l’opportunità di fotografare i memorabili paesaggi Himalayani e i suoi cieli stellati.
Questo viaggio fotografico tra le nuvole vi conquisterà l’anima.

Highlights del viaggio

  • Leh, i suoi mercati e il Palazzo Reale
  • Magnifici paesaggi Himalayani
  • Indus valley
  • Aryan valley: Beima village e Dha village
  • Monastero di Lamayuru
  • Alchi, il Monastero e il villaggio
  • Tso Moriri lake e Tsokar lake
  • Stok, il Villaggio Reale del Ladakh

Partenza

14/26 luglio 2019

Durata

12 giorni

s

Difficoltà

facile

Quota individuale

in camera doppia: 2.190
supplemento singola: 390€
aereo dall’Italia escluso

Partecipanti

min 6, max 8

Hotel

hotel categoria 3 stelle e campi tendati

Trasporti

auto o minivan privati con A/C

Itinerario viaggio fotografico in Ladakh

1° giorno: 15 LUGLIO 2019 – LEH
Arrivo a Leh, il capoluogo del Ladakh, situato a 3505 metri di altitudine. Incontro con la nostra guida locale e sistemazione in Hotel. Tempo a disposizione per un po’ di relax e per iniziare ad abituarsi all’altitudine. Briefing di presentazione del viaggio, cena e pernottamento in Hotel.

2° giorno: 16 LUGLIO 2019 –INDUS VALLEY TOUR
Partenza alle 6.00am, saliremo al monastero di Leh per assistere alla cerimonia della Puja mattutina che dura circa un’ora. Rientro in albergo per colazione e visita al monastero di Hemis: appartenente alla setta Rosso Brokpa e costruito tra il 1602 e il 1642 è uno dei più grandi complessi monastici in Ladakh. Dall’esterno si nota l’ampia forma rettilinea del Gompa, ma quello che più sorprende appena arrivati è il bellissimo cortile centrale ricco di particolari policromi lignei; visitando le sale colpisce la bella sala delle preghiere e l’imponente statua di Padmasambhava del Guru Lhakhang. Cena e pernottamento in Hotel.

3° giorno: 17 LUGLIO 2019 – LEH, SKUR BUCHAN MONASTERY, BEIMA VILLAGE
Dopo colazione partenza per la Valle di Aryan (circa 160 km, 4/5 ore), più a ovest lungo l’autostrada Leh-Kargil fino agli interni delle regioni di Sham & Drokpa. Dalla stazione di controllo della polizia di Khalatse lasciamo la strada Kargil e guidiamo lungo il fiume Indo fino al villaggio di Beima, i cui abitanti sono presumibilmente uno degli ultimi discendenti della pura razza ariana. Lungo la strada visiteremo il villaggio di Skur Buchan e il suo meraviglioso monastero arroccato su una collina. Arrivo all’Hotel Camp in serata, cena e pernottamento.

4° giorno: 18 LUGLIO 2019 – BEIMA VILLAGE & DHA VILLAGE
Oggi esploreremo i due principali villaggi Dropka: Beima e Dha. Le persone Drokpa seguono un misto di animismo e buddismo e si vestono con costumi colorati, con copricapi decorati con fiori. Avremo l’opportunità di conoscere quetsa incredibile cultura ai limiti del mondo, e naturalmente di scattare foto esclusive nelle loro abitazioni. Cena e pernottamento in Tented Hotel.

5° giorno: 19 LUGLIO 2019 – BEIMA, LAMAYURU, ALCHI/SASPOL
Dopo colazione partenza per Alchi/Saspol. Durante il tragitto visita il famoso monastero di Lamayuru, uno dei più antichi monasteri del Ladakh. Costruito nel l’10° secolo, in passato accoglieva otre 400 monaci. Oggi ne sono rimaste poche decine in quanto molti si sono spostati nei villaggi limitrofi. La leggenda dice che in questo luogo ci fosse un meraviglioso lago, oggi prosciugato, ma che ha lasciato un paesaggio “lunare”, dominato dalla maestosità del compesso monastico. Oggi il monastero di Lamayuru è uno dei più grandi e antichi conventi buddhisti di tradizione tibetana sul suolo indiano.

6° giorno: 20 LUGLIO 2019 – ALCHI/SASPOL, LEH
Visita al monastero di Alchi. Il complesso comprende quattro insediamenti separati nel villaggio di Alchi nella regione del Ladakh inferi- ore con monumenti datati a periodi diversi. Di queste quattro frazioni, il monastero di Alchi è considerato il più antico e famoso. Costruito nel 10° secolo è oggi uno dei 7 principali monumenti Indiani. I dettagli artistici e spirituali del buddismo e dei re indù di quel tempo nel Kashmir e nell’Himachal Pradesh si riflettono nei dipinti murali del monastero. Questi sono alcuni dei dipinti più antichi soprav- vissuti in Ladakh. Il complesso ha anche enormi statue del Buddha e elaborate sculture in legno e opere d’arte paragonabili allo stile barocco. Prima di rientrare in hotel ci fermeremo a fotografare il Sangam Point, dove le acque blu del fiume Indus confluiscono con le acque fangose del fiume Zanskar.

7° giorno: 21 LUGLIO 2019 – LEH, TSO MORIRI LAKE
Dopo colazione partenza lungo il fiume Indus fino alla Rupshu Valley. Una bella regione selvaggia conduce al lago Tso Moriri (4522m s.l.m.) 220km a est di Leh. Sulla strada visita Chumathang Hot springs. Attraversiamo il ponte di Mahe e poi guidiamo verso il lago Tso Moriri. Sulla strada potremmo vedere le marmotte himalayane. Arrivo a Tso Moriri Lake a tarda sera e check-in presso il campo tendato vicino al lago o all’Hotel.

8° giorno: 22 LUGLIO 2019 – TSO MORIRI LAKE, TSOKAR LAKE
Visita di prima mattina alle rive del lago, uno dei santuari delle zone umide di Ramsar e zona di riproduzione e nidificazione per centinaia di uccelli migratori. Questo lago salato che si estende per 24 km circa in lunghezza, 8 km circa in larghezza e circa 4 metri di profondità, è il lago piu’ grande della valle del Rusphu in Ladakh e si trova sulla vecchia via, ormai chiusa, che portava al confine con il Tibet.
Le bellissime sfumature di blu offerte da questo lago insieme a un paesaggio pittoresco fanno di questo luogo un posto estremamente fotogenico. Più tardi Sulla strada per il lago Tsokar ci fermeremo a fotografare le sorgenti termali di Puga Geo-Thermal e i campi tendati dei nomadi che incontreremo lungo il percorso. Cena e pernottamento in Hotel o in campo tendato.

9° giorno: 23 LUGLIO 2019 – TPSKAR LAKE, LEH
Sveglia al mattino presto per visitare il piccolo villaggio di Thukje con il suo monastero. Proseguiremo lungo la Manali Highway attra- verso il passo Taglangla (5350m s.l.m. la terza più alta strada carrabule al mondo) arriveremo a Leh nel tardo pomeriggio. Tempo libero a disposizione, cena e pernottamento in Hotel.

10° giorno: 24 LUGLIO 2019 – STOCL, IL VILLAGGIO REALE DEL LADAKH
Dopo colazione andremo al villaggio di Stok (17km da Leh). Vedremo la statua del Grande Buddha alta 71 metri sulla cima di una pic- cola collina vicino al monastero di Stok. Più tardi visiteremo lo Stok Royal Palace, visibile in lontananza, in cima a un’enorme morena di ciottoli che scendono dalle montagne: l’elegante Stok Palace, alto quattro piani, si erge sopra terrazze di orzo e case coloniche bianche. Costruito all’inizio del diciannovesimo secolo dall’ultimo sovrano del Ladakh indipendente, è stata la residenza ufficiale della famiglia reale Ladakhi da quando furono estromessi da Leh e Shey duecento anni fa.
In seguito visiteremo “Gyab-thago Heritage Home” nel villaggio di Stok dove conosceremo lo stile di vita tradizionale di una famiglia Ladaka, nella loro tipica cucina dove degusteremo il tè al burro e la bevanda d’orzo. Non solo visiteremo la loro tipica casa vecchia di 200 anni, ma avremo anche l’opportunità esclusiva di fotografare i memnri della famiglia nei loro abiti tradizionali. Qui ci fermeremo anche per pranzo, per provare una vera esperienza curinaria locale.
Nel pomeriggio rientro a Leh. Visita al Leh Palace, costruito nel 16 ° secolo e alto 9 piani.
Oggi le sue maestose mura sono per lo più disadorne ma è emozionante farsi strada nel labirinto di corridoi bui per arrivare fino al tetto dal quale è possibile ammirare uno splendido panorama della città.
Proseguiremo la visita con il Monastero di Namgyal Tsemo ,suggestiva costruzione visibile da ogni angolo della città e termineremo la giornata verso l’ora del tramonto, quando la luce dorata avvolge la città sottostante, allo Stupa di Shanti.
Successivamente esploreremo i mercati locali di Nowshare, il mercato di Chandu, il mercato di frutta secca di Balkang Chowk e le aree del mercato di Moti. Questi mercati riflettono e mostrano l’interessante attività commerciale del Ladakh, dove si possono incontrare persone provenienti da tutti gli angoli della regione che vendono i loro prodotti locali. Cena e pernottamento in hotel.

11° giorno: 25 LUGLIO 2019 – LEH
Giornata libera per esplorare e fotografare la cittadina.

12° giorno: 26 LUGLIO 2019 – LEH, ITALIA
Colazione e trasferimento in aeroporto per il volo che ci riporterà in Italia.

Che attrezzatura fotografica serve?

Per questo viaggio non è richiesto un particolare livello fotografico ed è possibile partecipare con qualsiasi tipo di attrezzatura. Tuttavia per ottenere i risultati migliori, consigliamo la conoscenza di base per l’utilizzo di una macchina fotografica e un corredo minimo costituito da un corpo macchina digitale con obiettivi intercambiabili, un grandangolare da 14-20mm e un medio tele da 35-70mm. E’ inoltre consigliabile essere muniti di un buon treppiede, una batteria di scorta ed uno zaino fotografico per il trasporto dell’attrezzatura. Non dimenticate di portare con voi le schede di memoria, il caricabatterie, i cavi di collegamento ed una chiavetta USB. Un computer portatile o un tablet è consigliabile per visionare, scaricare e condividere le fotografie e per un corretto svolgimento del workshop.

Consigli utili per il viaggio

Che fuso orario c’è in Ladakh?
Tra il Ladakh e l’Italia la differenza di fuso orario è 4 ore e mezza in avanti quando in Italia c’è l’ora solare, 3 ore e mezza in avanti, quando in Italia c’è l’ora legale.

Che clima c’è in Ladakh
Il Ladakh, vista l’altezza a cui si trova e a causa delle sue caratteristiche geomorfologiche ha un clima molto diverso da quello del resto dell’India: più somigliante al clima delle Alpi italiane…
In estate non piove quasi mai e il clima è generalmente secco: le temperature oscillano tra i 10 gradi di notte e i 25/27 gradi di giorno. Come da noi in montagna, fa caldo quando c’è il sole… ma di notte può fare anche freddo.

Visto? Lingua? Moneta? Mance? 
Passaporto con 6 mesi di validità residua dalla data di partenza / Visto da richiedere prima della partenza previa compilazione del modulo on-line. Per informazioni sul Visto: https://indianvisaonline.gov.in/visa/index.html
La lingua è il ladakhi, una lingua tibeto-birmana parlata anche in Tibet. L’inglese è comunemente parlato nelle principali zone turistiche.
La moneta è la rupia indiana (INR). È suddivisa in 100 paisa. È vietata sia l’esportazione che l’importazione di rupie indiane.
Le mance non sono dovute ma, come sempre, di fronte a un ottimo servizio o ad una gentilezza, sono molto apprezzate.

Elettricità
220 V in quasi tutto il paese. Le prese elettriche sono di tipo europeo.

Acclimatamento
Arrivando a Leh in aereo, senza un graduale acclimatamento all’altitudine, è bene riposare almeno il primo giorno. Non è facile passare dai 240 metri s.l.m. di Delhi ai 3.500 metri di Leh. A nord di Leh una strada porta a ben 5600 metri di quota. Per la buona riuscita del viaggio si deve tenere in considerazione questo fattore. Per l’adattamento è necessario non esagerare nello sforzo fisco i primi giorni.
Potrebbero verificarsi dei malesseri dati dall’altitudine quali giramenti di testa, sensi di nausea, difficoltà respiratorie insonnia e generale spossatezza. Il rimedio migliore è il riposo. Si consideri comunque che migliaia di persone affrontano queste difficoltà senza particolari disturbi.

Abbigliamento?
Indumenti leggeri per il giorno, camicie sportive, scarpe confortevoli (tipo scarponcino da montagna), un maglione o pile ed una giacca a vento, soprattutto per la sera. Per visitare i luoghi di culto è preferibile indossare abiti modesti, evitando top, shorts etc. Prima di entrare nei templi e nelle moschee è obbligatorio togliersi le scarpe. Da non dimenticare occhiali da sole, una crema ad alta protezione, burro cacao per le labbra ed un cappellino.

Turismo responsabile
“Il turismo responsabile è il turismo attuato secondo principi di giustizia sociale ed economica e nel pieno rispetto dell’ambiente e delle culture. Il turismo responsabile riconosce la centralità della comunità locale ospitante e il suo diritto ad essere protagonista nello sviluppo turistico sostenibile e socialmente responsabile del proprio territorio. Opera favorendo la positiva interazione tra industria del turismo, comunità locali e viaggiatori.”

Per prenotare il viaggio
Importante

Nonostante l’organizzazione farà di tutto per rispettare il programma di viaggio, l’itinerario presentato è da consid- erarsi come indicativo. In base a eventi atmosferici o ad altri imprevisti alcune escursioni potrebbero essere posticipate, anticipate o cancellate. Le strade, soprattutto durante la stagione delle piogge, possono a volte presentare delle difficoltà, che potrebbero fare ritardare il programma. Eventuali decisioni verranno prese avvalendosi dell’esperienza e dei suggerimenti dell’accompagnatore.

Photo gallery del viaggio

La quota comprende:

  • Assicurazione medico/bagaglio
  • Sistemazione in Hotel
  • Pernottamento e colazione
  • Trasporti e trasferimenti interni in
    minivan privato Tempo Traveller (o simile)
  • Tutti i permessi (inner line permit for Ariyan valley, Tso Moriri lake and k-top, wild life fee, Red Cross fee)
  • Tasse governative
  • Guida locale (lingua inglese)
  • Fotografo accompagnatore (lingua italiana)
  • Workshop di fotografia

La quota non comprende:

  • Volo internazionale dall’Italia a Leh
  • Pranzi e bevande
  • Ingressi ai monumenti
  • Mance ed extra in genere
  • Attività ed escursioni extra programma
  • Supplemento camera singola
  • Visto di ingresso (da richiedere in Italia)
  • Assicurazione annullamento facoltativa
  • Tutto quanto non espressamente indicato